COM'E' BELLO FAR L'AMORE DA BOLOGNA IN GIU' - Bologna

Ho una relazione sessuale con un ragazzo di 42 anni più giovane di me. Io ne ho 80 ben portati, lui invece solo 38. E' stata la prima volta che mi è capitato con una differenza d'età così grande, anche se in passato ero stata corteggiata spesso da uomini più piccoli di me. Anche quando cercavo di sbarazzarmi di loro perchè prima ero sposata e dopo ero vedova dicendo la solita frase: “Dài, non sta bene, potrei essere tua mamma...”, difficilmente mi lasciavan stare. Conoscevano il detto: “Gallina vecchia fa buon brodo”, e io modestamente ero e sono ancora una bella donna Dopo due anni di vedovanza senza rapporti sessuali (avevo 71 anni), ho deciso che non potevo e non dovevo sopportare ancora la castità e che era ora di provare ad andare a letto con un uomini più giovani o ragazzi Il primo è stato Dario, il meccanico che ripara la mia macchina quando serve. Aveva 55 anni, divorziato, bruno, occhi neri, un po' grassottello, ma molto gentile e decisamente esperto di preliminari e sesso con la bocca.
Mi ha fatto delle avans e io l'ho incoraggiato. Così abbiamo iniziato a vederci a casa sua (io ho due figli grandi che vivono altrove, ma hanno le chiavi di casa e poi non si sa mai).
Dario sapeva dare la giusta importanza ai preliminari, cosa che con me avevano fatto pochi uomini, avere l'iniziativa di provare nuove esperienze, con molta fantasia e la curiosità per le piccole e grandi trasgressioni. Non mi sono mai piaciuti gli stalloni stanchi, quelli che scopano come una macchinetta e poi dicono: “Ti è piaciuto?” Comunque i patti eran chiari: solo sesso e niente legami sentimentali.
Dario aveva un cazzo grosso e venoso con qualche problema di leggera impotenza, ma con l'aiuto del Viagra funzionava lo stesso. Per 8 anni sono andata da lui 2-3 volte alla settimana e ho dato libero sfogo ai piaceri più contorti. Parlo di leccare la figa, di bocchini, di farlo nel culo, di usare il vibratore e travestirsi nei modi più strani. Insomma tutto quello che non avevo mai provato coi ragazzi della mia gioventù e col mio povero marito.
Purtroppo, tutto è finito 2 anni fa, quando Dario è morto a causa di un infarto fulminante (niente malignità per favore. Io non ero con lui quel pomeriggio, e stava lavorando in officina).
Per me è stato un trauma terribile, ero abituata così bene che per 2-3 mesi son rimasta in astinenza. Mi masturbavo col vibratore e rifiutavo ogni contatto diretto con altri uomini, Poi ho incontrato Bruno e la fiamma s'è riaccesa. Lui è separato e da poco abita nel mio stesso condominio all'ultimo piano, mentre io sto al secondo. Qualche volta si è offerto di aiutarmi a portar su la spesa e così ci siamo conosciuti. Ho visto subito che mi guardava con desiderio (noi donne capiamo certe cose) e l'ho incoraggiato. Anche perchè non c'è niente di meglio di uno che abita nel tuo stesso palazzo per avere una relazione nascosta dai pettegolezzi.
Quando vado al mercato, le mie amiche dicono:
- Cosa ti succede Iolanda? Sembra che tu ringiovanisci invece di invecchiare!
- Niente di particolare. Solo che vado a letto con un ragazzo che ha 38 anni...
- Sè... trentòt an par gàmba... ma va a caghèr!
Io sto al gioco e mi metto a ridere perchè non voglio perdere la loro amicizia, ma tre sere alla settimana Bruno viene nel mio appartamento verso le 7, mi fa godere come una porca e io faccio lo stesso con lui. Peccato che ultimamente mi tocca di usare una crema apposta per ungere la vagina che si è un po' rinsecchita e che in certe posizioni mentre scopiamo mi fan male le ossa.

Vota la storia:




27/09/2018 22:32

Joe Raider

Storia molto affascinante . Le donne mature con portamento giovanile hanno un loro fascino indiscusso Complimenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!