Diario di una Mistress 7

Ciao schiavetti! Oggi vi racconto di una sezione di bondage che ho eseguito qualche settimana fa... Lui si chiama Giulio ed è di Fermo. Vieni da me per essere legato e sodomizzato... Utilizzo le tecniche di bondage Shibari, meglio noto come Kinbaku, è un'antica forma artistica di legatura giapponese... Quando è arrivato da me mi sono portata a lui in modo diverso... Ero pur sempre la padrona ma non avevo la necessita di educarlo, lui era già un perfetto sottomesso... Lo faccio spogliare intanto ho preparato le corde... utilizzo quelle in iuta, mi piace l'odore che hanno... e sono morbide al tato... Quando lui era già nudo lo portato nella stanza marrone... Li avevo tutti gli attrezzi per il bondage, ma anche una atmosfera soft... perché il legare non è solo sottomettere... ha un significato molto più profondo... lo schiavo dev'essere rilassato e avere la mente libera... Gli chiedo quanto fosse disposto a legarsi a me... E lui mi ha risposto che non esisteva un limite... Allora decido di appenderlo... Inizio a legarlo dalle spalle... ci giro intorno alle sue scapole... passandogli per la schiena e poi il bacino... Poi gli lego i polsi, dietro la schiena... Lo aggancio alla struttura che avevo per appendere... Poi inizio a sollevarlo.. Un po' alla volta e appena lui non toccava più per terra mi sono fermata, mi sono avvicinata a lui... al suo viso... aveva gli occhi terrorizzati... aveva paura... e riuscivo sentire l'odore della sua paura che emanava tutta la stanza... Decido di calmarlo... volevo che quella esperienza per lui fosse una esperienza positiva e indimenticabile. Lo prendo per le corde sia a destra che a sinistra... lo tiro verso di me... era all'altezza del mio viso... Lo sento ansimare... Lo guardo negli occhi... con un sguardo intenso e profondo... dovevo rassicurarlo e calmarlo... Mi avvicino alle sue labbra... Lui le apre... era pronto per un bacio ed era eccitato... Li ho capito che era pronto per lasciarsi andare... Non lo bacio ovviamente... mi allontano e continuo a sollevarlo... Quando era all'altezza di 2 metri da terra decido di farlo scendere... ma a modo mio... Avete presente quelle ragazze che al circo si appendono in un tessuto e poi scendono tutto ad un tratto snodandosi dei legami che le tenevano sospese...? Ecco credo di aver reso l'idea... "Sei pronto?" "Sempre Padrona!" Tiro la corda del lato sinistro e tirandola lui inizia a scendere velocemente, più pesa più velocemente scende... Arriva ad 1 metro da terra e lo fermo, la sua posizione era con la faccia e pancia rivolta verso il soffitto... Mi avvicino credendo di averlo spaventato... ma è riuscito a stupirmi... Aveva gli occhi pieni di estasi...! Sudava tantissimo... ma era felice... tanto... Lo inizio a slegare e appena si è liberato si è messo in ginocchio d'avanti a me... "Padrona mi hai fatto conoscere il paradiso" "Sempre che lo vorrai ti porterò in paradiso..." E cosi anche questa sezione si è chiusa... ma aprendo un mondo per lui... ha già prenotato altri due appuntamenti...

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!