• Pubblicata il:
  • Autore: Anton
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: Anton
  • Categoria: Racconti gay

ESTATE AL FIUME

ciao a tutti...mi piace raccontare la mia storia perchè anche a me piace leggere storie di altri e mi eccito sempre tanto. Faceva caldo era giugno del 2015, mi reco al fiume che passa vicino alla mia città,ci sono posti bellissimi isolati nascosti con tanta sabbia da sembrare quasi al mare, io mi reco di solito con la mia bicicletta e scelgo sempre i posti dove vedo macchine parcheggiate, così sono sicuro di fare incontri. una volta arrivato sono sceso dalla mia bici e mi sono incamminato in cerca di qualche posto, essendo io un ragazzo abbastanza carino(così mi dicono) e sapendo che quel posto e frequentato da nudisti e uomini in cerca di avventure l'attesa non è mai troppa. dopo aver sistemato il mio telo,mi sono denudato, ho preso l'abbronzante ed in piedi ho inziato a spalmarmelo su tutto il corpo, con gesti lenti,finito mi sono disteso supino con le gambe ben divaricate da mostrare in bella vista il mio bel culetto bianco e sodo, ogni tanto facevo finta di sistemare il telo e mi mettevo alla pecorina per mostrarlo meglio..in questo sono un vero porco...in fatti vedo spuntare a circa 10 metri un signore dietro un albero, che si masturba piano piano il suo cazzo, sono sincero preferisco gli uomini maturi perchè sono resistenti e hanno quasi sempre una bella mazza,...gli ho subito fatto cenno di avvicinarsi,gli ho preso immediatamente il cazzo e me lo sono subito messo in bocca....uhmmm il sapore mi fà impazzire, dopo qualche minuto,(mi piacciono le pompe ma il mio forte e prenderlo in culo) mi ono alzato ed insieme ci siamo appartati in un posto vicino più isolato in mezzo ad alberi e vegetazione...mi sono messo alla pecorina a gambe aperte, lui con un paio di colpi riusciva subito a schiaffarmelo tutto in culo...d'altronde ormai il mio culetto e abituato a tutte le misure...avrà avuto il suo cazzone lungo 20 cm e largo abbastanza...sentire le sue palle sbattere sul mio culetto...uhmm non ha prezzo, il signore ogni tanto mi riempiva di complimenti ....ma che bel culetto che pelle morbida insomma era molto contento..infatti 1o minuti e lo sentivo ansimare..poi ad un tratto toglieva il suo paletto e sborrava nella sabbia..io allora lo preso in bocca e lo pulito tutto....

Vota la storia:




06/02/2016 18:04

Camillo 2

Non te la prendere Anton, hai scritto una cagata come gli altri, però Giorgione il Vigliacco e Wonder lo apprezzeranno e si masturberanno a nastro, vedrai. Ricordo anche a te che: Le frustrazioni tipiche dei CULATTONI che ostentano la loro depravazione, coinvolge purtroppo anche le loro mamme. Evviva la fica !!! Ahahahahah.-

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!