• Pubblicata il:
  • Autore: IL TETTOMANE
  • Categoria: Racconti fetish
  • Pubblicata il:
  • Autore: IL TETTOMANE
  • Categoria: Racconti fetish

FORMA DELLE TETTE ED ISTRUZIONI PER L'USO (prima parte)

FORMA DELLE TETTE ED ISTRUZIONI PER L'USO (prima parte) Ciao gente, sono il tettomane! Un grazie a tutti , perchè mi avete aiutato a trovare escort e girl con seno naturale in zona Torino e provincia. Oggi voglio regalarvi una mia personale interpretazione della forma delle tette, corredata dalle istruzioni per l'uso da parte dei maschietti. 1) TETTE A BRUFOLO Ideali per gli uomini che hanno la sindrome da spogliatoio. Se lei fa un commento negativo sulle vostre dimensioni, potete rispondere tranquillamente: "Oooh! Ma che cazzo pretendi, tu che c'hai le tette piccole come due brufoli? (o come due chicchi di uva passa?) Utilizzatele solo come contorno, non succhiatele e scopate la partner solo alla pecorina per non perdere l'erezione. In caso di necessità, sciacquate gli occhi con abbondante acqua corrente e contattate un medico (o una donna più formosa). 2) TETTE A MELA Squisite se non troppo acerbe o troppo mature. Quando fa caldo, si deteriorano in fretta e vanno utilizzate per palpeggi e suzioni finchè sono ancora sode. Se siete temerari, potete provare anche a farvi fare una "spagnola", tuttavia la poca morbidezza non permette un abbraccio soddisfacente tra mammelle e cazzo. 3) TETTE A CILIEGIA Di solito, sono pericolose perchè non si capisce bene l'età della donna. Risultano anche piuttosto indigeste per i peni anziani che si fermano alla prima e non riescono a ingranare la seconda. Se i seni appartengono ad una ragazza giovane, farete sicuramente una figura di merda e, nel peggiore dei casi, rischierete una denuncia. 4) TETTE A LIMONE Ottime, direi indispensabili, specialmente quando spremute su <'o pesce> del maschio meridionale e sulla carne di uccello settentrionale. Possiedono anche eccellenti qualità digestive se cosparse di ghiaccio tritato fine fine (tipo sorbetto al limone). Succhiatele a lungo dopo che avete mangiato troppo (ai matrimoni, ecc.) o fate fatica a raggiungere l'erezione 5) TETTE A PESCA Molto diffuse nelle zone costiere della penisola e nelle fertili pianure, sono particolarmente dolci e vellutate. Vanno accarezzate e palpeggiate con cura, specialmente durante le scopate alla pecorina. Se i capezzoli tardano ad eccitarsi e a diventare puntùti, togliete una mano dalle tette e sollecitate il clitoride. Raccomando alle femmine di NON usarle come esca per pescare in alto mare, se abbocca un pesce palpone, rischiate una gravidanza indesiderata. 6) TETTE A PERA Per gustare nel modo migliore le tette a pera, la vostra lei dovrebbe stare in piedi o seduta. Posizionate 3-4 scottex da cucina sotto le mammelle per non sporcare, e spalmatele con formaggio fuso tiepido o con stracchino. Poi leccatele con avidità fino ad esaurimento formaggio e succhiate con forza i capezzoli. Nota bene per le femmine: in ogni caso, al contadino non fate sapere... quanto è buono il formaggio sulle vostre pere! CONTINUA

Vota la storia:




03/08/2016 15:20

circense

7) vai a farti vedere da uno bravo, che te le tette dal vero, non le hai mai toccate , ne viste!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!