La scoperta delle corna - 2

Tornai a casa pensoso, non sapendo come affrontare la situazione con Antonella. Da un lato ero orgoglioso di quanto accaduto ma dall’altro……mi sentivo in colpa per avere tradito Antonella.

Dopo cena, una volta che i bambini si erano addormentati, mi misi sul divano vicino ad Antonella che stava leggendo delle riviste. “Non mi avevi detto di avere organizzato una cena con Silvio e Ornella domani sera”. Lei mi guardò sorpresa e mi disse “come fai a saperlo? Ne abbiamo parlato questa mattina in ufficio!” Le sorrisi e le dissi “potrò avere qualche segreto anch’io……dopo tutto sono anche a credito”. Antonella si irrigidì e mi guardò negli occhi con aria interrogativa. Lasciai al mio silenzio, prolungato, ai nostri sguardi che si incrociavano e forse anche all’imbarazzo che si leggeva sulla mia faccia…..Antonella scoppiò in una risata e disse “Nooo, non ci posso credere…..hai combinato qualcosa con Ornella?....e lì, non sapendo trattenere la verità e forse anche per scusarmi della cosa, le raccontai tutto nei minimi particolari. Il suo commento fu al vetriolo: Silvio mi aveva detto che era zoccola ma questo supera veramente la fantasia”.

Mi avvicinai a lei per abbracciarla e lei si allontanò ridendo…..ma ne ero certo ci era rimasta male. L’uomo che lei pensava di possedere in qualsiasi circostanza, corna comprese, si era scopato la compagna dell’amante facendole, anzi, facendo i due amanti cornuti! Il colmo!!!

Le chiesi “cosa provi a sapere che mi sono scopato la donna di Silvio? Cosa provi ad avere tu le corna? Lei non rispose ma vedevo i capezzoli spuntare dalla camicia da notte nonostante il reggiseno che ancora indossava…..allora mi avvicinai e feci lentamente risalire la mia mano dal ginocchio fino all’inguine…..guardandola negli occhi…..dicendole che Ornella succhiava veramente bene e che aveva delle tette molto belle. La mia mano si cominciò ad inumidire, di lì a poco a bagnare….Antonella era eccitata……”scommetto che ti piacerebbe toccargliele vero?”. Antonella a quel punto si alzò, si tolse le mutandine e mi strappò praticamente di dosso i pantaloni…..e mi cavalcò con violenza…..mi stava possedendo, scopando….si stava anche lei riappropiando di me.
Come la capivo…..che bella sensazione.

Mentre mi scopava le dissi “domani dirò a Silvio che ho scopato Ornella…..e mentre glielo dirò voglio avere un dito nella figo di Ornella, sotto il tavolo mentre mangiamo”. Antonella mi tirò due pugni sulla schiena aumentando la sua cavalcata…..poi in preda ad uno spasmo da orgasmo prolungato mi disse solo due cose: voglio guardarti mentre la chiavi! …..e voglio farmi scopare da Silvio e guardare negli occhi quella troia di Ornella.

L’indomani sarebbe stato un incontro interessante. A questo punto l’unico cornuto impreparato alla cosa era Silvio. Mandai un sms a Ornella la sera stessa nel quale le dissi “missione compiuta…..mettiti la gonna e non indossare intimo”.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!