SHOPPING SESSUALE – side three – Melfi (PZ)

Sorridendo perché non avevo le mutande, ho messo il vestito e ho cominciato a chiudere le zip. Giunta a quella sul pube, finsi di impigliare dei peli pubici, gridai e attirai l'attenzione di una delle ragazze
Camminando verso di me e vedendo le mie tette in piena mostra e l'abito aperto proprio in zona passera, chiuse la tenda e si inginocchiò davanti per esaminare le chiusure lampo. Si scusò se mi faceva male e tirò la parte anteriore della cerniera verso l'esterno. Scusandosi ancora, disse che avrebbe avuto bisogno di controllare dentro e fece scivolare le dita nel vestito. La sua mano scivolò più a lungo di quanto fosse necessario e il suo dito medio si posò tra le mie labbra figali. Poi lo piegò e me lo infilò dentro. Presto un'altra delle sue dita entrò clandestinamente mentre con l'altra mano riuscì ad aprire la zip (che infatti NON era bloccata!) e fissò intensamente la mia figa nuda. Non disse niente, ma le sue dita si muovevano dentro e fuori da me a un ritmo leggermente più veloce.
La sua bocca si aprì e si sporse in avanti, con la scusa che doveva controllare meglio. Si era avvicinata abbastanza da chiudere le sue labbra sul mio clitoride e lei lo fece, baciandolo e succhiandolo. Rabbrividii e gemetti debolmente mentre il mio orgasmo si compiva e io le riversavo sul mento le secrezioni intime.
Dopo che la cerniera fu rimessa a posto (lo era sempre stata!) lei so è rialzata e si è leccata le dita facendomi l'occhiolino. Ovviamente non comprai nulla, ma devo ammettere che cambiai idea sul quel negozio, o meglio sulle sue commesse. Poco dopo incontrai mamma alla gelateria bar Rainbow.
- Allora...Ti sei divertita a fare shopping? 
- Sì, un sacco...
Mentre ciucciavamo un cono gelato sedute ad un tavolino, incrociai le gambe. Sentivo ancora del formicolio nella figa.

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!